CulturalMente 

Le luci nelle case degli altri

Un libro bello, veramente bello che ho appena terminato di leggere è “Le luci nelle case degli altri” di Chiara Gamberale e pubblicato da Mondadori.

 

le luci nelle case degli altri.jpgOK

La storia è quella di Mandorla, una bambina che a sei anni perde la mamma, Maria, in un incidente stradale.

Di Mandorla si occuperanno, fino alla sua adolescenza ma – s’intuisce – anche oltre, i condomini del palazzo di Via Grotta Perfetta in cui Maria faceva l’amministratrice.

Per quale motivo degli estranei decidono di occuparsi della bambina? Perché uno degli uomini del palazzo, stando a quanto scritto in una lettera di Maria, sarebbe il padre di Mandorla. Sì ma chi? Tutti sono sospettati ma decidono di non fare il test del DNA, probabilmente per non turbare le proprie vite e le proprie famiglie, e di crescere la bimba come se fosse la “figlia di tutti”.

Dalla quarta di copertina:

Attraverso lo sguardo – ora allegro, ora dolcemente disperato – della bambina, accendiamo le luci (e scopriamo le ombre) delle case di un condominio nel quale, presto, ogni lettore sentirà di abitare mentre, di piano in piano, Mandorla cresce, s’innamora, cerca suo padre e se stessa. Fino a un finale a sorpresa.

E “a sorpresa” è dire poco. Bellissimo, davvero.

Antonella Pfeiffer

 

 

 

 

Related posts

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi