lifestyle 

Christien Meindertsma

funky spool poufs Christien Meindertsma

Le sorprendenti creazioni di textile design della Designer olandese Christien Meindertsma: dai pouf realizzati con i ferri da maglia alle lampade di corda ai suoi tappeti e arredi…

poufs Urchin Christien Meindertsma

Il tappeto Aran, assolutamente evocativo, intrecciato con enormi ferri utilizzando la lana di 18 pecore merinos è una vera opera d’arte. Il disegno e il colore bianco sono suggeriti dalla produzione tradizionale delle isole Aran, ai cui paesaggi suggestivi questo caldo tappeto si ispira.

Il tappeto Aran Christien Meindertsma

L’artista esplora le materie prime in modo riflessivo, creando semplici libri e prodotti che mettono a nudo complessi processi di solito nascosti.

Christien Meindertsma

In un progetto per la conservazione della natura, ha realizzato un tappeto sensuale Idaho, ogni pannello del tappeto, fatto a maglia, è lavorato con un punto diverso per rappresentare i diversi personaggi che compongono un gregge.

Il tappeto Idaho Christien Meindertsma

Christien Meindertsma si è diplomata all’Accademia di Eindhoven e non è assolutamente possibile non citare il suo fantastico libro Pig 05049, del 2007, dove l’autrice ha seguito le sorti di un maiale di un allevamento olandese: Pig 05049, dal numero di matricola dell’animale… ripercorre questa ricerca: per tre anni Christien Meindertsma, ne ha seguito le sorti, dalla macellazione all’immissione delle sue parti nella catena di produzione industriale, alimentare e non.

Il libro Pig 05049 Aran Christien Meindertsma

Ogni suo singolo grammo è stato processato e trasformato in prodotti, alcuni ovvi, come prosciutti, salsicce, insaccati, altri difficilmente immaginabili. La gelatina proveniente dalla pelle è finita in liquirizie, gomme da masticare, caramelle, torrone, glassa per dolci, persino cheesecake e tiramisù.

La sua complessa ricerca, spiega l’artista e designer olandese, serve a mostrare come il nostro rapporto con gli oggetti sia mutato con l’avvento della produzione industriale: non soltanto non sappiamo di cosa siano fatte le cose che utilizziamo né quale lavorazione abbiano subito, a volte nemmeno gli stessi anelli di questa catena produttiva sono consci dell’intero processo.

www.christienmeindertsma.com/

Maria Grazia Cicala

 

Related posts

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi